CONDIZIONI D’UTILIZZO DI MAKE.ORG

- Data: 30 ottobre 2017 -

Make.org è un’organizzazione indipendente da qualsiasi partito che pubblica un sito internet e servizi aperti al pubblico.

Per fare ciò, essa permette agli Utenti di elaborare Proposte sul sito. Gli altri Utenti che lo desiderino possono quindi commentare o votare tali Proposte per sostenerle, con l’obiettivo di riuscire à far emergere, nella società, riflessioni su questioni di interesse generale, in particolare negli ambiti economico, sociale, civico e cittadino. Queste riflessioni potranno poi essere riprese da partner di Make.Org, i quali contribuiranno a renderle concrete e a realizzarle.

1. OGGETTO DEL SERVIZIO

Le presenti condizioni generali hanno come obiettivo la definizione delle modalità delle condizioni di utilizzo dei servizi proposti da Make.org (qui di seguito: i “Servizi”), nonché la definizione dei diritti e degli obblighi delle parti in questo contesto.

Esse sono in particolare accessibili e stampabili in qualsiasi momento attraverso un link diretto situato nella parte inferiore della home page del sito.

Esse possono essere completate, se necessario, da condizioni di utilizzo specifiche di alcuni Servizi, o da condizioni di utilizzo specifiche per utenti specifici. In caso di contraddizione, le condizioni particolari prevalgono sulle condizioni generali.

2. GESTORE DEL SITO E DEI SERVIZI

Il Sito e i Servizi (o complessivamente “i Servizi”) sono gestiti dalla società Make.org, Società in Accomandita Semplice con capitale di 1000 euro, con sede legale in 4 rue René Villermé, 75011, PARIGI, immatricolata presso il Registro delle Imprese di PARIGI con il numero 820 016 095 (qui di seguito “Make.org”).

3. ACCESSO AL SITO E AI SERVIZI

L’accesso al Sito e ai Servizi è gratuito.

È aperto, fatte salve le restrizioni previste dal sito:

a qualsiasi persona fisica che disponga di piena capacità giuridica a impegnarsi secondo le presenti condizioni generali. La persona fisica che non disponga della piena capacità giuridica può accedere al Sito e ai Servizi solo con il consenso del suo rappresentante legale,

a qualsiasi minorenne che disponga dell’autorizzazione dei suoi rappresentanti legali e che sia sotto il loro controllo,

a qualsiasi persona giuridica che agisca tramite una persona fisica che disponga di capacità giuridica a operare in nome e per conto della persona giuridica.

4. ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI GENERALI

Le presenti Condizioni Generali di Utilizzo (qui di seguito “CGU”) hanno lo scopo di definire le modalità secondo le quali l’Utente potrà accedere e usare i Servizi. Esse costituiscono un contratto tra Make.org e gli Utenti del Servizio. Esse annullano e sostituiscono tutte le disposizioni precedenti e costituiscono la totalità dei diritti e degli obblighi delle parti. Le CGU sono comunicate a ogni Utente che ne prenda conoscenza.

L’uso del Servizio implica l’accettazione integrale e senza riserve delle presenti CGU. La non accettazione comporta quindi la rinuncia all’uso del Servizio.

L’uso del Servizio implica anche l’accettazione integrale e senza riserve della Politica di utilizzo dei dati di Make.org che costituisce parte integrante delle presenti CGU ed è disponibile qui.

Le presenti CGU sono modificabili in ogni momento e senza preavviso da parte di Make.org. Ogni modifica avrà effetto immediato a partire dalla messa in linea della nuova versione delle CGU sul Sito. L’utente è quindi invitato a consultare regolarmente la versione aggiornata delle CGU sul Sito. In caso contrario, la versione aggiornata sarà considerata accettata senza riserve.

5.0 USO DEL SITO

5.1 Accesso al sito

Il sito è aperto al pubblico e tutti gli Utenti possono visitarlo e votare le Proposte.

5.2 Utenti iscritti

Tutti gli Utenti posso votare sul sito, ma solo gli Utenti iscritti possono avanzare Proposte cittadine. A tal fine, chi lo desidera, può iscriversi sul sito compilando il modulo preposto.

Si dovranno fornire informazioni contrassegnate come obbligatorie. Le iscrizioni incomplete non saranno considerate valide.

Gli Utenti iscritti sul sito sono specificamente definiti come “Gli Utenti Iscritti”.

Gli Utenti iscritti garantiscono che tutte le informazioni fornite nel modulo d’iscrizione sono esatte, aggiornate e sincere e non macchiate da carattere ingannevole.

L’utente si impegna a tenere aggiornate tali informazioni personali nel suo Spazio Personale contattando Make.org tramite posta elettronica all’indirizzo contact@make.org.

L’Utente Iscritto accetta ed è informato sul valore delle informazioni inserite ai fini della creazione o dell’aggiornamento del suo Account quale prova della sua identità. Le informazioni inserite dall’Utente lo impegnano dal momento della loro convalida.

5.3 Account e Spazio personale

L’iscrizione comporta automaticamente l’apertura di un account (qui di seguito: l’”Account”), che da accesso a uno spazio personale (qui di seguito: lo “Spazio Personale”), che permette di gestire l’utilizzo dei Servizi in una forma e secondo i mezzi tecnici che Make.org ritiene più appropriati e che possono evolversi nel tempo.

Gli Utenti iscritti possono accedere in qualsiasi momento al loro Spazio Personale dopo essersi identificati con il loro nome utente e la loro password.

Gli Utenti iscritti si impegnano a fare un utilizzo unicamente personale dei Servizi e a non permettere a terzi di utilizzarli al posto o per conto loro, a meno di non assumersene piena responsabilità.

Gli Utenti iscritti sono altresì responsabili di mantenere la confidenzialità del loro nome utente e della loro password e devono immediatamente contattare Make.org in caso di sospetto uso del loro account a loro insaputa. Essi riconoscono a Make.org il diritto di prendere tutte le misure adeguate in casi simili.

5.4 Veridicità delle informazioni fornite e usurpazione d’identità

Gli Utenti attestano la veridicità e l’esattezza delle informazioni trasmesse tramite i Servizi, tali informazioni non potendo assolutamente rivelarsi ingannevoli, incorrette o suscettibili di indurre in errore.

Make.org ricorda che il fatto di usurpare l’identità di terzi o di fare uso di uno o più dati di qualsiasi natura che ne permettano l’identificazione al fine di turbare la loro tranquillità o quella di altri, o di danneggiarne l’onore o la considerazione, è penalmente perseguibile.

Qualsiasi Utente sospettato di usurpazione o di tentata usurpazione d’identità potrà vedersi sospeso il profilo o vietato l’accesso al Servizio, fatti salvi danni o eventuali interessi di cui Make.org potrà avvalersi.

6.0 DESCRIZIONE DEI SERVIZI

6.1 Proposte Cittadine

La piattaforma propone agli Utenti di votare proposte cittadine elaborate da altri Utenti.

Le proposte cittadine pubblicate su Make.org hanno tutte la stessa probabilità di essere trasformate in azioni.

Tramite il suo voto l’utente può permettere che una proposta diventi un’Azione cittadina su cui Make.org s’impegna.

Make.org considera il suo ruolo come quello di intermediario tra proposte cittadine e partner di azioni (vedi “Partner di Azioni” al paragrafo 6.8)

6.2 Formulare una Proposta Cittadina

Gli Utenti Iscritti possono elaborare le loro Proposte cittadine destinate a essere pubblicate, commentate, analizzate e discusse e che saranno sottoposte al voto degli Utenti.

6.3 Forma e contenuto delle Proposte Cittadine

Ogni Proposta cittadina deve necessariamente cominciare con «Bisogna» e contenere un numero massimo di 140 caratteri. La Proposta Cittadina deve essere leggibile e redatta in lingua italiana, in una forma che ne consenta la comprensione da parte di tutti, priva di linguaggio abbreviato e di abuso delle lettere maiuscole.

La proposta non deve contenere elementi contrari alla legge, al buon costume o i cui i termini contravvengano alle disposizioni delle presenti Condizioni Generali di Utilizzo.

6.4 Moderazione e pubblicazione della Proposta Cittadina

La pubblicazione della Proposta Cittadina da parte dell’Utente è sottoposta alla moderazione nelle condizioni definite dalle presenti CGU. La richiesta di pubblicazione di una Proposta Cittadina sarà trattata il più rapidamente possibile dai team di Make.org, con l’obiettivo di rispondere in meno di 48 ore.

Il servizio di moderazione di Make.org esamina ogni Proposta Cittadina ricevuta prima della sua messa in linea. Di conseguenza, l’Utente deve preoccuparsi di non ripetere inutilmente l’invio della Proposta e di non sottoporre lo stesso avanzamento di Proposta Cittadina. Non dovrà inoltre spammare i Servizi proponendo le stesse Soluzioni con indirizzi elettronici differenti.

Dal momento dell’approvazione della Proposta cittadina dell’Utente, quest’ultima sarà pubblicata sul Servizio e una notifica di pubblicazione sarà inviata all’autore.

In caso di rigetto della Proposta Cittadina dell’Utente, questi riceverà da Make.org un’email di notifica di detto rigetto. L’Utente potrà allora sottoporre liberamente una nuova Proposta cittadina.

Una volta pubblicata sul Servizio, essa potrà apparire in evidenza sui Servizi, senza per questo che Make.org ne garantisca la frequenza di apparizione o l’audience.

Make.org si impegna a non modificare arbitrariamente i contenuti leciti e conformi alle sue regole di moderazione che le verrebbero proposti, fatta eccezione per eventuali correzioni ortografiche.

6.5 Richiesta di rimozione di una Proposta Cittadina da parte di un Utente Iscritto

Nel caso in cui un Utente iscritto desideri che la sua Proposta Cittadina pubblicata sia rimossa, dovrà indirizzare a Make.org la sua richiesta via e-mail al seguente indirizzo: contact@Make.org.

La richiesta di rimozione dell’Utente sarà evasa entro un arco di tempo ragionevole da Make.org.

6.6 Votare una Proposta Cittadina

Tutti gli Utenti possono pronunciarsi attraverso voti sulle proposte cittadine presenti sul Sito, senza dover creare un account, cliccando su “D’accordo”, “Non d’accordo” o “Scheda bianca”.

6.7 Uso delle Proposte Cittadine

Uso a fini statistici. Make.org potrà utilizzare le Proposte cittadine, aggregate o no e private dei dati personali, comprese le raccolte, le sintesi a fini statistici, di studio o di qualsiasi altro tipo.

Uso a scopo di dibattito. Le Proposte cittadine pubblicate sul Servizio potranno essere selezionate da Make.org per essere analizzate, commentate e/o discusse in occasione di dibattiti pubblici organizzati da Make.org o dai suoi partner.

Uso a scopo di rapporto e di studio. Le Proposte cittadine pubblicate sul Servizio, nonché i voti a esse associati, potranno essere selezionate da Make.org per realizzare, in particolare, analisi, rapporti e studi a fini statistici e di ricerca o per dare luogo alla creazione di progetti di riforma.

Pubblicazione di libri bianchi. Make.org potrà pubblicare o co-pubblicare libri bianchi senza scopo di lucro riprendendo, del tutto o in parte, le Proposte Cittadine.

Uso editoriale. Le Proposte cittadine, e i voti a esse associati, potranno inoltre essere riprese, commentate e analizzate da Make.org e/o da giornalisti partner per la realizzazione di contenuti editoriali.

Uso a scopo di comunicazione. Le Proposte cittadine potranno inoltre essere utilizzate da Make.org sul Sito e potranno essere visualizzate su spazi pubblicitari gestiti dai partner di Make.org. In questo caso, l’uso di una Proposta cittadina su tali spazi darà luogo alla pubblicazione della Proposta in forma anonima se questa è stata pubblicata anonimamente o sottotitolata con nome, età e provincia se l’Utente ha inserito queste informazioni.

Realizzazione delle Proposte cittadine. Infine, le proposte possono essere oggetto di un’azione concreta di trasformazione, sia direttamente da parte di Utenti, sia tramite partner di azione di Make.org, come l’Utente formulando la Proposta, così come gli Utenti votando, capiscono e accettano espressamente.

6.8 Partner di Azioni

Make.org mobiliterà attori della società civile (imprese, associazioni, ONG) affinché acquisiscano le Proposte più votate sulla piattaforma e le concretizzino.

In qualsiasi momento, e senza che Make.org li solleciti sistematicamente, questi partner di azioni potranno occuparsi direttamente di qualsiasi proposta presente nello “spazio azioni” per poi metterla in atto.

Make.org si considera un intermediario tra le proposte cittadine e i suoi partner di azioni.

Make.org si assicura poi dell’effettiva messa in atto delle azioni cittadine e della loro divulgazione mediatica.

7.0 PROVA

L’Utente riconosce e accetta espressamente:

che i dati raccolti sul sito e sui supporti informatici di Make.org fanno fede alla realtà delle operazioni intervenute nell’ambito delle presenti;

che tali dati costituiscono la sola modalità di prova ammessa tra le parti.

8.0 OBBLIGHI DELL’UTENTE

Fatti salvi altri obblighi previsti secondo le presenti, l’Utente s’impegna a rispettare gli obblighi che seguono:

8.1 Rispetto delle leggi e dei regolamenti

L’Utente si impegna, nel suo utilizzo dei Servizi, a rispettare le leggi e i regolamenti in vigore e a non recare danno ai diritti di terzi o all’ordine pubblico. È in particolare il solo responsabile del buon adempimento di tutte le formalità amministrative, fiscali e/o sociali e di tutti i pagamenti di contributi, tasse o imposte di qualsiasi natura che incombano su di lui, se necessario, in relazione all’uso dei Servizi. Make.org non potrà in alcun caso essere ritenuta responsabile a questo titolo.

8.2 Uso del Sito e dei Servizi

L’Utente riconosce di aver preso conoscenza sul sito delle caratteristiche e dei vincoli, in particolare tecnici, dell’insieme dei Servizi. È il solo responsabile del suo uso dei Servizi.

L’Utente accetta ed è informato del fatto che l’attuazione dei Servizi ne richiede una connessione a internet e che la qualità dei Servizi dipende direttamente da tale connessione, di cui è il solo responsabile.

L’Utente si impegna a non pubblicare proposte a carattere pubblicitario o che promuovano prodotti a scopo di lucro. L’Utente si impegna a non pubblicare proposte che siano poco serie o fuori tema. L’Utente si impegna a effettuare un uso strettamente personale dei Servizi. È di conseguenza vietata la cessione, la concessione o il trasferimento di tutti o di una parte dei diritti o degli obblighi secondo il presente contesto a terzi, in qualsivoglia maniera.

L’Utente si impegna a non pubblicare proposte che promuovano o denigrino partiti, organizzazioni o personalità pubbliche.

L’Utente è inoltre il solo responsabile delle relazioni che potrà allacciare con gli altri Utenti e delle informazioni che comunicherà loro nell’ambito dei Servizi. È suo dovere usare la prudenza e il discernimento appropriati in tali relazioni e comunicazioni. L’Utente si impegna inoltre, nei suoi scambi con gli altri Utenti, a rispettare le convenzionali regole di educazione e cortesia.

L’Utente si impegna ad avere propositi o avanzare proposte contrarie alla legge e al buon costume e in particolare, senza che questa lista sia esaustiva:

propositi che incitino all’odio razziale, proposte razziste, antisemite, xenofobe, omofobe, ecc..;

propositi di carattere violento, pornografico, pedofilo, ecc..;

propositi ingiuriosi, denigranti, diffamatori, o che danneggino i diritti della personalità di terzi;

propositi negazionisti di crimini contro l’umanità e di genocidi riconosciuti e l’apologia di crimini;

propositi che incitino a commettere atti perseguiti dalla legge, come l’incitazione a commettere atti violenti, terroristici, alla vendita di prodotti stupefacenti, ecc..;

propositi che danneggino la vita privata o i diritti di proprietà intellettuale di terzi;

propositi che danneggino la presunzione d’innocenza o un segreto di istruttoria, ecc..;

propositi che danneggino la dignità umana;

propositi che possano essere considerati associabili a un abuso di libertà d’espressione.

8.3 Rapporto con Make.org

L’Utente si impegna a fornire a Make.org tutte le informazioni necessarie al buon funzionamento dei Servizi. Più in generale, l’Utente si impegna a cooperare attivamente con Make.org in vista del loro buon funzionamento.

L’Utente si impegna affinché le sue proposte siano riprodotte secondo le regole di indicizzazione, di formattazione e di valorizzazione di Make.org, in qualità di redattore del Servizio.

9.0 GARANZIE DELL’UTENTE

9.1 Contenuti

L’Utente è il solo responsabile dei contenuti di ogni natura (redazionale, grafica, audiovisiva o di altro tipo, compresi il nome e/o l’immagine eventualmente scelti dall’Utente per la sua identificazione sul sito) che diffonde nell’ambito dei Servizi (qui di seguito: i “Contenuti”).

Garantisce a Make.org di disporre di tutti i diritti e autorizzazioni necessarie alla diffusione di questi Contenuti.

Si impegna affinché detti Contenuti siano leciti, non danneggino l’ordine pubblico, i buoni costumi o i diritti di terzi, non infrangano nessuna disposizione legislativa o regolamentare e, più in generale, non possano in alcun modo mettere in gioco la responsabilità civile o penale di Make.org.

All’Utente si astiene quindi dal diffondere in particolare, senza che questa lista sia esaustiva:

contenuti pornografici, osceni, indecenti, scioccanti, o inadatti a un pubblico familiare, diffamatori, ingiuriosi, violenti, razzisti, xenofobi o revisionisti,

contenuti votati alla contraffazione,

contenuti che danneggino l’immagine di terzi,

contenuti mendaci, ingannevoli o che propongano o promuovano attività illecite fraudolente o ingannevoli,

contenuti nocivi ai sistemi informatici di terzi (quali virus, cavalli di Troia, ecc.),

e, più in generale, Contenuti che possono danneggiare i diritti di terzi o essere pregiudizievoli a terzi, in una qualsiavoglia maniera e forma.

9.2 Limiti nell’uso dei Servizi

L’Utente riconosce che i Servizi gli offrono una soluzione supplementare ma non alternativa ai mezzi che già peraltro utilizza per raggiungere lo stesso obiettivo e che tale soluzione non potrebbe sostituirsi a tali altri mezzi.

L’Utente deve prendere le misure necessarie per salvaguardare, con i propri mezzi, le informazioni del suo Spazio Personale che ritenga necessarie.

L’Utente accetta ed è informato del fatto che l’attuazione dei Servizi richieda una connessione a internet e che la qualità dei Servizi dipenda direttamente da tale connessione, di cui è il solo responsabile.

9.3 Reclami e Indennità

L’Utente assicura Make.org contro ogni denuncia, reclamo, azione e rivendicazione di qualsiasi natura che Make.org potrebbe subire per via della violazione, da parte dell’Utente, di uno qualsiasi dei suoi obblighi o garanzie ai sensi delle presenti condizioni generali.

Si impegna a indennizzare Make.org di ogni pregiudizio che subirà e a pagargli tutte le spese, gli oneri e/o condanne che potrebbe dover per questo subire.

10.0 COMPORTAMENTI PROIBITI

È strettamente proibito fare uso dei Servizi per i seguenti scopi:

esercizio di attività illegali, fraudolente o che danneggino i diritti o la sicurezza di terzi,

attentato all’ordine pubblico o violazione delle leggi e dei regolamenti in vigore,

intrusione nel sistema informatico di terzi o qualsiasi attività di natura tale da nuocere, controllare, interferire o intercettare totalmente o in parte il sistema informatico di terzi, violarne l’integrità o la sicurezza,

invio di e-mail non sollecitate e/o di prospezione o sollecitazione commerciale,

manipolazioni destinate al miglioramento delle referenze di un sito terzo,

aiuto o incitazione, in qualsiasi forma o maniera, a uno o più degli atti e delle attività descritti sopra,

e, più in generale, qualsiasi pratica che svii i Servizi a fini altri da quelli per cui sono stati ideati.

Agli Utenti è fatto stretto divieto di copiare e/o sviare ai propri fini, o a quello di terzi, il concept, le tecnologie o qualsiasi altro elemento dal sito Make.org.

Sono inoltre strettamente vietati: (i) tutti i comportamenti di natura finalizzata a interrompere, sospendere, rallentare o impedire la continuità dei Servizi, (ii) tutte le intrusioni o i tentativi di intrusione nel sistema di Make.org, (iii) tutte le sottrazioni delle risorse di sistema del sito, (iv) tutte le azioni di natura finalizzata a imporre un carico sproporzionato sulle infrastrutture di quest’ultimo, (v) tutti gli attacchi alle misure di sicurezza e di autenticazione, (vi) tutti gli atti di natura dannosa dei diritti e interessi finanziari, commerciali o morali di Make.org o degli utenti del suo sito e infine, più in generale (vii) qualsiasi inosservanza delle presenti condizioni generali.

È strettamente vietato monetizzare, vendere o concedere tutto o una parte dell’acceso ai Servizi o al sito, nonché alle informazioni che sono ospitate e/o condivise su esso.

11.0 LIMITAZIONI DI GARANZIA DI MAKE.ORG

11.1 Qualità del servizio

Make.org non può garantire che il Servizio non subisca interruzioni. Make.org si impegna a fornire il Servizio con diligenza e secondo le regole dell’ingegneria industriale, ricordando che si tratta unicamente di un obbligo di mezzi, il che è riconosciuto ed espressamente accetto dagli Utenti.

Make.org si impegna a effettuare regolarmente controlli per verificare il funzionamento e l’accessibilità al sito. A tale titolo, Make.org si riserva la facoltà di interrompere temporaneamente l’accesso al sito per motivi legati alla manutenzione. Allo stesso modo, Make.org non sarà ritenuta responsabile delle momentanee difficoltà o impossibilità di accesso al sito che potrebbero avere origine da circostanze esterne, di forza maggiore, oppure dovute a interferenze delle reti di telecomunicazione.

Make.org non garantisce agli Utenti (i) che i Servizi, sottoposti a una ricerca costante per migliorarne in particolare le prestazioni e il progresso, siano totalmente esenti da errori, da vizi o da difetti, (ii) che i Servizi, essendo standard e per nulla mirati alle intenzioni di un solo dato Utente in funzione dei propri limiti personali, risponderanno specificamente alle sue necessità e alle sue attese.

11.2 Contenuti

Sebbene i Servizi siano oggetto di una moderazione, Make.org non può essere ritenuta responsabile dei Contenuti, i cui autori sono terzi, e ogni eventuale reclamo dovrà essere rivolto in primo luogo all’autore dei Contenuti in questione.

I Contenuti che pregiudichino terzi possono essere oggetto di una notifica a Make.org secondo le modalità previste dall’articolo 14 della direttiva 2000/31/CE e Make.org si riserva di adottare le misure descritte nell’articolo 12 (delle CGU).

11.3 Perdita d’informazioni

Poiché il servizio è fornito a titolo gratuito, Make.org declina ogni responsabilità in caso di eventuale perdita delle informazioni accessibili nello Spazio Personale dell’Utente, quest’ultimo dovendo salvarne una copia et non potendo pretendere alcun indennizzo a tale titolo.

11.4 Danni

In ogni caso, la responsabilità in cui Make.org rischia di incorrere a titolo delle presenti è espressamente limitata ai soli danni diretti accertati subiti dall’Utente.

12.0 PROPRIETÀ INTELLETTUALE

12.1 Proprietà di Make.org

Make.org non rivendica alcuna proprietà sui Dati e i Contenuti forniti dagli Utenti.

I sistemi, i programmi, le strutture, le infrastrutture, le basi di dati e i contenuti di qualsiasi natura (testi, immagini, materiale visivo, musica, loghi, marche, basi di dati, ecc…) gestiti da Make.org all’interno del sito sono protetti da tutti i diritti di proprietà intellettuale o diritti dei produttori di basi di dati in vigore.

Qualsiasi riproduzione, rappresentazione. pubblicazione, trasmissione o, più in generale, ogni sfruttamento non autorizzato di tutto o di una parte del Servizio e delle informazioni in esso contenute, senza espressa autorizzazione di Make.org, farà sorgere la responsabilità dell’Utente.

Qualsiasi disassemblaggio, decompilazione, decodifica, estrazione, riutilizzo, copia e, più in generale, qualsiasi atto di riproduzione, rappresentazione, diffusione e utilizzo di uno qualsiasi di questi elementi, totale o parziale, senza l’autorizzazione di Make.org, è strettamente vietato e potrebbe essere perseguito penalmente.

12.2 Proprietà delle Proposte Cittadine

Le Proposte Cittadine stesse sono di proprietà dei loro autori i quali concedono a Make.org una licenza di utilizzo non esclusiva, trasferibile e gratuita, per la Francia e per tutto il mondo, per qualsiasi utilizzo online e per qualsiasi modalità di diffusione, per la durata delle presenti CGU e per gli usi complessivamente contemplati in esse.

13.0 LINK E SITI TERZI

Make.org non potrà in alcun caso essere ritenuta responsabile della disponibilità tecnica di siti internet o di applicazioni mobili gestite da terzi (compresi i suoi eventuali partner) a cui l’Utente accederebbe tramite il Sito.

Make.org non si assume alcuna responsabilità a livello di contenuti, pubblicità, prodotti e/o servizi disponibili su tali siti e applicazioni mobili che si ricordano essere regolati dalle proprie condizioni di utilizzo.

Make.org non è altresì responsabile delle transazioni intervenute tra l’Utente e un qualsiasi inserzionista, professionista o commerciante (compresi i suoi eventuali partner) verso cui l’Utente sarebbe orientato tramite il sito e non potrà in nessun caso prendere parte a qualsiasi eventuale disputa che sia con terzi riguardo in particolare alla consegna di prodotti e/o servizi, alle garanzie, alle dichiarazioni e ad altri obblighi qualsiasi a cui questi terzi sono sottoposti.

14.0 SANZIONI E REVOCA

In caso di inadempienza a una qualsiasi delle disposizioni delle presenti condizioni generali o, più in generale, di infrazione alle leggi e ai regolamenti in vigore da parte di un Utente, Make.org si riserva il diritto di adottare tutte le misure appropriate e, in particolare, di:

sospendere o revocare l’accesso ai Servizi dell’Utente, autore dell’inadempienza o dell’infrazione, o avente preso parte a essa,

eliminare tutto il contenuto messo in linea sul sito,

pubblicare sul sito qualsiasi messaggio di informazione che Make.org riterrà utile,

avvertire ogni autorità competente,

avviare qualsiasi azione giudiziaria.

In generale, in caso di inadempienza dell’Utente ai suoi obblighi previsti dalle presenti e/o in caso di violazione di qualsiasi legge o regolamento applicabile, Make.org potrà revocare nei suoi confronti le presenti Condizioni Generali di Utilizzo di diritto e senza preavviso né formalità preliminare.

La revoca delle presenti Condizioni Generali di Utilizzo comporterà la fine dell’accesso ai Servizi per l’Utente in questione, nonché l’eliminazione dei suoi dati e dei suoi contenuti. L’Utente sarà informato di tale revoca tramite e-mail, all’indirizzo fornito al momento dell’iscrizione. La revoca avverrà indipendentemente dai danni e interessi che Make.org potrà reclamare in riparazione ai danni eventualmente subiti per via delle inadempienze imputate all’Utente. Make.org potrà in seguito rifiutare all’Utente la creazione di un nuovo account sul Servizio.

Per via della gratuità dei Servizi, Make.org potrà eliminare in qualsiasi momento e senza preavviso, per qualsiasi motivo, temporaneamente o definitivamente, la pubblicazione di una Proposta Cittadina.

Allo stesso modo, per via della gratuità dei servizi, Make.org potrà in ogni momento e senza preavviso, per qualsiasi motivo, temporaneamente o definitivamente, procedere alla modifica o all’eliminazione parziale o totale dei Servizi.

Nessuna revoca, interruzione, modifica, o eliminazione dei Servizi potrà dare diritto a un indennizzo per l’Utente.

15.0 DURATA DEI SERVIZI, DISISCRIZIONE

I Servizi sono sottoscritti per una durata indeterminata.

L’Utente Iscritto può disiscriversi dai Servizi in qualsiasi momento, rivolgendo una richiesta a tale scopo a Make.org per e-mail all’indirizzo contact@make.org

La disiscrizione ha effetto immediato. Implica l’eliminazione automatica dell’Account dell’Utente Iscritto nonché delle sue Proposte.

16.0 MODIFICHE

Make.org riserva la facoltà di modificare in qualsiasi momento le presenti condizioni generali.

L’Utente sarà informato di tali modifiche tramite qualsiasi mezzo utile.

L’Utente che non accetti le condizioni generali modificate deve disiscriversi dai Servizi secondo le modalità da previste dalle presenti CGU.

Per ogni Utente che faccia ricorso ai Servizi successivamente all’entrata in vigore delle condizioni generali modificate si considera l’accettazione di tali modifiche.

17.0 INTEGRITÀ

Se una o più stipule delle presenti sono considerate nulle da una legge o da un regolamento, o dichiarate tali per decisione definitiva di una giurisdizione competente, esse saranno considerate non scritte. Le altre stipule delle presenti resteranno in vigore conservando tutta la loro forza e la loro portata; per quanto possibile, le Parti impegnandosi, se necessario, ad avvicinarsi al fine di sostituire la clausola nulla con una clausola valida, il più possibile vicina, nel suo spirito, a quella che è destinata a sostituire.

18. NON RINUNCIA

Il fatto, per una delle Parti, di non avvalersi in un dato momento di una delle stipule delle presenti non potrà né essere interpretato né considerato come rinuncia ai suoi diritti in virtù delle presenti, non riguarderà in alcun modo la validità di tutte o di parte delle presenti e non lederà i diritti della Parte interessata ad agire di conseguenza.

Di nessuna parte sarà ritenuta la rinuncia a un diritto acquisito secondo i termini del contratto, salvo rinuncia scritta e firmata.

19.0 FORZA MAGGIORE

Qualsiasi evento imprevedibile, inevitabile ed esterno alle Parti quali (e in maniera non limitativa) gli atti di guerra o di terrorismo, gli atti criminali, le sommosse, le catastrofi naturali o industriali, le esplosioni, le requisizioni legali e altre disposizioni di ordine legislativo o regolamentare che apportino restrizioni all’esercizio dell’attività di Make.org, le perturbazioni delle reti di telecomunicazioni elettroniche indipendenti dalla volontà di Make.org ecc., deve essere considerato come causa di forza maggiore. In caso di forza maggiore, Make.org potrà essere portato a sospendere il Servizio. Gli effetti del contratto sono quindi sospesi e potranno riprendere dopo l’estinguersi della causa di forza maggiore per il resto della durata del contratto. Essi potranno anche rimanere inattivi.

20.0 LINGUA

Nell’ipotesi di una traduzione delle presenti condizioni generali in una o più lingue, la lingua d’interpretazione sarà la lingua francese in caso di contraddizione o di contestazione sul significato di un termine o di una disposizione.

21.0 LEGGE APPLICABILE E GIURISDIZIONE

Le presenti condizioni generali sono disciplinate dalla legge francese.

In caso di contestazione sulla validità, l’interpretazione e/o l’esecuzione delle presenti condizioni generali, le parti concordano che i tribunali di Parigi avranno competenza esclusiva di giudizio, salvo regole di procedura imperative contrarie.

22.0 ENTRATA IN VIGORE

Le presenti condizioni generali sono entrate in vigore il 31/10/2017

Contattaci
Condizioni di utilizzo
Politica di utilizzo dei dati
Menzioni legali