Condizioni di utilizzo di MAKE.ORG

- in data 30 ottobre 2017 -

Make.org è un’organizzazione indipendente da qualsiasi partito che gestisce un sito web e servizi aperti al pubblico.


A tale fine, consente agli Utenti di effettuare Proposte tramite il sito. Altri Utenti possono, se lo desiderano, commentare o votare tali Proposte per sostenerle. L’obiettivo consiste nel far emergere nella società riflessioni su questioni di interesse generale, in particolare in materia economica, sociale, civica e cittadina. Successivamente, tali riflessioni potranno essere trasmesse ai partner di Make.org perché contribuiscano a realizzarle e a renderle concrete.

1. OGGETTO DEL SERVIZIO

Le presenti condizioni generali sono volte a definire i termini e le condizioni di utilizzo dei servizi proposti su Make.org (in appresso denominati “Servizi”), nonché a definire i diritti e gli obblighi delle parti in tale contesto.


Esse sono accessibili e stampabili in qualsivoglia momento tramite un link diretto situato nella parte inferiore della homepage del sito.


Possono essere integrate, all’occorrenza, da condizioni di utilizzo specifiche a determinati Servizi o da condizioni di utilizzo specifiche a determinati utenti. In caso di contraddizione, le condizioni specifiche prevalgono sulle presenti condizioni generali.

2. GESTORE DEL SITO E DEI SERVIZI

Il Sito e i Servizi (o collettivamente “i Servizi”) sono gestiti dalla società Make.org, Società per Azioni Semplificata di diritto francese con capitale di 1000 euro, avente sede legale al 4 rue René Villermé, 75011, PARIGI, registrata presso il Registro del Commercio e delle Società di PARIGI con il numero 820 016 095 (in appresso “Make.org”).

3. ACCESSO AL SITO E AI SERVIZI

L’accesso al Sito e ai Servizi è gratuito.


È aperto, nei limiti delle restrizioni presenti sul Sito:


a qualsiasi persona fisica che disponga di piena capacità giuridica per impegnarsi al rispetto delle presenti condizioni generali (una persona fisica che non dispone di piena capacità giuridica può accedere al Sito e ai Servizi solo con il consenso del suo rappresentante legale);

a qualsiasi minore che disponga dell’autorizzazione dei suoi rappresentanti legali e che agisca sotto il loro controllo;

a qualsiasi persona giuridica che agisca tramite una persona fisica che disponga della capacità giuridica di agire in nome e per conto della persona giuridica.


4. ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI GENERALI

Le presenti Condizioni generali di utilizzo (in appresso “CGU”) sono volte a definire le modalità secondo le quali l’Utente può accedere e usare i Servizi. Esse costituiscono un contratto tra Make.org e gli Utenti del Servizio. Annullano e sostituiscono tutte le disposizioni precedenti e contemplano la totalità dei diritti e degli obblighi delle parti. Le CGU sono comunicate a ogni Utente che ne prende conoscenza.


La fruizione del Servizio implica l’accettazione integrale e senza riserve delle presenti CGU. La mancata accettazione comporta la rinuncia all’uso del Servizio.


La fruizione del Servizio implica anche l’accettazione integrale e senza riserve della Politica di utilizzo dei dati di Make.org che costituisce parte integrante delle presenti CGU ed è disponibile qui.


Le presenti CGU possono essere modificate in ogni momento e senza preavviso da Make.org. Ogni modifica avrà effetto immediato a partire dalla pubblicazione della nuova versione delle CGU sul Sito. Si invita quindi l’Utente a consultare regolarmente la versione aggiornata delle CGU sul Sito. In caso contrario, la nuova versione delle Condizioni generali di utilizzo sarà considerata accettata senza riserve.

5.0 UTILIZZO DEL SITO

5.1 Accesso al Sito

Il Sito è aperto al pubblico e tutti gli Utenti possono visitarlo e votare le Proposte.


5.2 Utenti iscritti

Tutti gli Utenti possono votare sul Sito, ma solo gli Utenti iscritti possono presentare le Proposte cittadine. A tal fine, chiunque lo desideri può registrarsi sul Sito compilando il modulo preposto. Tutte le informazioni contrassegnate come obbligatorie devono essere fornite. Le iscrizioni incomplete non saranno convalidate.


Gli Utenti che hanno effettuato la registrazione sul Sito sono specificamente definiti come “Utenti iscritti”.


Gli Utenti iscritti garantiscono che tutte le informazioni fornite nel modulo d’iscrizione siano esatte, aggiornate, veritiere e prive di qualsivoglia carattere ingannevole.


L’Utente si impegna a tenere aggiornate tali informazioni nel suo Spazio personale contattando Make.org via e-mail all’indirizzo contact@Make.org.


L’Utente iscritto è informato e accetta che le informazioni inserite ai fini della creazione o dell’aggiornamento del suo Account valgano come prova della sua identità. L’Utente è responsabile delle informazioni inserite fin dal momento della loro convalida.

5.3 Account e Spazio personale

L’iscrizione comporta automaticamente la creazione di un account (in appresso “Account”) il quale dà accesso a uno spazio personale (in appresso “Spazio personale”) che permette di gestire l’utilizzo dei Servizi in una forma e secondo i mezzi tecnici che Make.org ritiene più opportuni e che possono cambiare nel tempo.


Gli Utenti iscritti possono accedere in qualsiasi momento al loro Spazio personale previa identificazione con nome utente e password.


Gli Utenti iscritti si impegnano a utilizzare i Servizi personalmente e a non concederne l’utilizzo, in nome o per conto loro, a soggetti terzi, a meno di non assumersene piena responsabilità.


Gli Utenti iscritti sono inoltre responsabili di mantenere la confidenzialità del loro nome utente e della loro password. Qualora notassero un’intrusione nel loro Account, devono immediatamente contattare Make.org. In questa evenienza, gli Utenti riconoscono a Make.org il diritto di adottare tutte le misure necessarie.


5.4 Veridicità delle informazioni fornite e usurpazione d’identità

Gli Utenti attestano la veridicità e l’esattezza delle informazioni fornite tramite i Servizi, le quali non possono in nessun caso rivelarsi ingannevoli, false, incorrette o suscettibili di indurre in errore.


Make.org ricorda che ai sensi dell’articolo 226-4-1 del Codice penale francese: “Il fatto di usurpare l’identità di terzi o di utilizzare uno o più dati di qualsivoglia natura che ne permettano l’identificazione al fine di turbare la loro tranquillità o quella di altri, o di danneggiarne l’onore o la considerazione, è perseguibile penalmente con un anno di reclusione e una multa di 15 000 €.


Tale infrazione è perseguibile con le stesse sanzioni se commessa su una rete di comunicazione pubblica online”.


Make.org potrà sospendere il profilo e vietare l’accesso ai Servizi all’Utente sospettato di usurpazione o di tentata usurpazione d’identità, senza pregiudizio per l’azione di risarcimento danni eventualmente intentata da Make.org.

6.0 DESCRIZIONE DEI SERVIZI

6.1 Proposte cittadine

La piattaforma consente agli Utenti di votare Proposte cittadine presentate da altri Utenti.


Le Proposte cittadine pubblicate su Make.org hanno tutte la stessa probabilità di essere trasformate in azioni.


Attraverso il suo voto, l’Utente può far sì che una Proposta diventi un’Azione cittadina sulla quale Make.org s’impegna.


Make.org considera il proprio ruolo come quello di intermediario tra Proposte cittadine e partner di Azione (vedi paragrafo 6.8 “Partner di Azione”).


6.2 Formulare una Proposta cittadina

Gli Utenti iscritti possono presentare le loro Proposte cittadine che saranno poi pubblicate, commentate, analizzate, discusse e sottoposte al voto degli altri Utenti.


6.3 Forma e contenuto delle Proposte cittadine

Ogni Proposta cittadina deve necessariamente cominciare con “Propongo” e contenere un massimo di 140 caratteri. La Proposta cittadina deve essere leggibile e redatta in lingua italiana in una forma che ne consenta la comprensione da parte di tutti, priva di linguaggio abbreviato e senza un utilizzo eccessivo di lettere maiuscole.


La Proposta non deve contenere elementi contrari alla legge, alla morale o i cui termini contravvengano alle disposizioni delle presenti Condizioni generali di utilizzo.

6.4 Moderazione e pubblicazione della Proposta cittadina

La pubblicazione della Proposta cittadina dell’Utente è sottoposta a moderazione secondo le condizioni definite dalle presenti CGU. La richiesta di pubblicazione di una Proposta cittadina sarà trattata il più rapidamente possibile dal team di Make.org, con l’obiettivo di rispondere entro 48 ore.


Il servizio di moderazione di Make.org esamina tutte le Proposte cittadine ricevute prima di pubblicarle. L’Utente deve quindi prestare attenzione a non reiterare inutilmente l’invio di una Proposta cittadina e a non avanzare una Proposta cittadina già esistente. Inoltre, l’Utente è tenuto ad astenersi dal proporre in modo reiterato e frequente (spam) le stesse Soluzioni con indirizzi e-mail diversi.


Una volta approvata la Proposta cittadina, essa è pubblicata sul Servizio, e l’Utente autore della Proposta riceve una notifica.


In caso di rigetto di una Proposta cittadina, l’Utente riceve da Make.org un’e-mail di notifica dell’avvenuto rigetto. L’Utente sarà allora libero di presentare una nuova Proposta cittadina.


Una volta pubblicata sul Servizio, potrà essere messa in evidenza sui Servizi. Tuttavia, Make.org non fornisce alcuna garanzia in riferimento a frequenza di apparizione e audience.


Make.org si impegna a non modificare arbitrariamente i contenuti proposti ritenuti leciti e conformi alle regole di moderazione, salvo per eventuali correzioni ortografiche.


6.5 Richiesta di soppressione di una Proposta cittadina da parte di un Utente iscritto

Per ottenere la soppressione di una sua Proposta cittadina pubblicata, l’Utente iscritto dovrà inviare la sua richiesta via e-mail a Make.org all’indirizzo contact@Make.org.


La richiesta di soppressione inoltrata dall’Utente sarà evasa da Make.org in un arco di tempo ragionevole.


6.6 Votare una Proposta cittadina

Tutti gli Utenti possono pronunciarsi votando le Proposte cittadine presenti sul Sito, senza dover creare un account, cliccando su “Sono d’accordo”, “Non sono d’accordo” o “Voto bianco”.

6.7 Utilizzo delle Proposte cittadine

Utilizzo a fini statistici. Make.org si riserva il diritto di utilizzare le Proposte cittadine, che siano aggregate o meno e comunque private di tutti i dati personali, anche sotto forma di raccolte e sintesi, a fini statistici, di studio o per qualsiasi altro fine.


Utilizzo per dibattiti. Le Proposte cittadine pubblicate sul Servizio potranno essere selezionate da Make.org al fine di essere analizzate, commentate e/o discusse in occasione di dibattiti pubblici organizzati da Make.org o dai suoi partner.


Utilizzo per finalità di ricerca e compilazione di rapporti. Le Proposte cittadine pubblicate sul Servizio, nonché i relativi voti, potranno essere selezionate da Make.org con lo scopo di realizzare analisi, rapporti e studi a fini statistici e di ricerca o per la creazione di progetti di riforma.


Pubblicazione di libri bianchi. Make.org potrà pubblicare o co-pubblicare libri bianchi di natura non commerciale in cui siano riportate, in parte o integralmente, le Proposte cittadine.


Uso editoriale. Le Proposte cittadine e i relativi voti potranno inoltre essere citati, commentati e analizzati da Make.org e/o da giornalisti partner per la realizzazione di contenuti editoriali.


Utilizzo a scopo di comunicazione. Le Proposte cittadine potranno inoltre essere utilizzate da Make.org sul Sito e pubblicate su spazi pubblicitari gestiti dai partner di Make.org. In tal caso, l’utilizzo di una Proposta cittadina sugli spazi pubblicitari avverrà mediante pubblicazione della Proposta in forma anonima qualora essa sia stata pubblicata anonimamente oppure sottotitolata con nome, età e provincia se l’Utente ha inserito queste informazioni.


Realizzazione delle Proposte cittadine. Infine, le proposte potranno essere oggetto di un’azione concreta di trasformazione, o direttamente da parte degli Utenti, o tramite i partner di azione di Make.org. L’Utente autore della Proposta e gli Utenti che votano sono consapevoli di questa eventualità e la accettano espressamente.


6.8 Partner di Azione

Make.org mobiliterà attori della società civile (imprese, associazioni, ONG) affinché si facciano carico di concretizzare le Proposte maggiormente appoggiate sulla piattaforma.


In qualsiasi momento, e senza essere sistematicamente sollecitati da Make.org, i partner di Azione potranno direttamente fare proprie le proposte presenti nello “spazio Azione” con il fine di attuarle.


Make.org considera il proprio ruolo come quello di intermediario tra le Proposte cittadine e i suoi partner di Azione.


Make.org si assicura poi dell’effettiva attuazione delle Azioni cittadine e della diffusione mediatica di queste ultime.

7.0 PROVA

L’Utente riconosce e accetta espressamente:


che i dati raccolti sul Sito e sui supporti informatici di Make.org testimoniano le reali operazioni che si sono succedute ai sensi delle presenti CGU;

che tali dati costituiscono il solo mezzo di prova ammesso tra le parti.


8.0 OBBLIGHI DELL’UTENTE

Oltre agli altri obblighi previsti dalle presenti CGU, l’Utente si impegna a rispettare gli obblighi seguenti:


8.1 Rispetto della normativa vigente

L’Utente si impegna, nel suo utilizzo dei Servizi, a rispettare la normativa in vigore e a non attentare ai diritti di terzi o all’ordine pubblico. In particolare, l’Utente è il solo responsabile del corretto adempimento di tutte le formalità amministrative, fiscali e/o sociali e di tutti gli eventuali pagamenti di contributi, tasse o imposte di qualsivoglia natura a lui attribuiti in relazione al suo utilizzo dei Servizi. Make.org declina qualsivoglia responsabilità a tale titolo.

8.2 Uso del Sito e dei Servizi

L’Utente riconosce di aver letto sul Sito le caratteristiche e i vincoli, in particolare tecnici, di tutti i Servizi. È l’unico responsabile per il suo utilizzo dei Servizi.


L’Utente è informato e accetta che l’utilizzo dei Servizi richieda una connessione a Internet e che la qualità dei Servizi dipenda direttamente da tale connessione, di cui è il solo responsabile.


L’Utente si impegna a non pubblicare proposte di natura pubblicitaria o che promuovano servizi a scopo di lucro. L’Utente si impegna a non pubblicare proposte prive di serietà o fuori tema. L’Utente si impegna a utilizzare i Servizi in maniera strettamente personale. Di conseguenza, non è consentita in nessuna maniera la cessione, la concessione o il trasferimento a terzi di tutti o di una parte dei diritti e degli obblighi derivanti dalle presenti CGU.


L’Utente si impegna a non pubblicare proposte che promuovono o denigrano partiti, organizzazioni o personaggi pubblici.


L’Utente è inoltre il solo responsabile dei suoi eventuali rapporti con gli altri Utenti e delle informazioni che potrebbe comunicare loro nell’ambito dei Servizi. È suo dovere esercitare la prudenza e il discernimento appropriati in tali relazioni e comunicazioni. L’Utente si impegna altresì a rispettare, nei suoi scambi con gli altri Utenti, le convenzionali regole di educazione e cortesia.


L’Utente si impegna a non avanzare proposte né affermazioni contrarie alla normativa vigente e alla morale, in particolare, senza che questa lista sia esaustiva:


contenuti che incitano all’odio razziale, razzisti, antisemiti, xenofobi, omofobi, ecc.;

contenuti di carattere violento, pornografico, pedofilo, ecc.;

contenuti offensivi, denigranti, diffamatori o che violino i diritti di terzi;

contenuti che negano crimini contro l’umanità e genocidi riconosciuti o che costituiscono apologia di reato;

contenuti che incitano a commettere atti perseguiti dalla legge, come l’istigazione di atti violenti o terroristici, la vendita di prodotti stupefacenti, ecc.;

contenuti che violano la privacy o i diritti di proprietà intellettuale di terzi;

contenuti che violano la presunzione di innocenza o un segreto istruttorio, ecc.;

contenuti che violano la dignità umana;

contenuti che possono essere considerati un abuso della libertà di espressione.

8.3 Rapporto con Make.org

L’Utente si impegna a fornire a Make.org tutte le informazioni necessarie al corretto funzionamento dei Servizi. Più in generale, l’Utente accetta di collaborare attivamente con Make.org conformemente a quanto statuito nel presente documento.


L’Utente si impegna affinché le sue proposte siano in linea con le regole di indicizzazione, formattazione e valorizzazione di Make.org, gestore del Servizio.

9.0 GARANZIE DELL’UTENTE

9.1 Contenuti

L’Utente è l’unico responsabile dei contenuti di qualsiasi tipo (redazionale, grafico, audiovisivo o altro, inclusi il nome e/o l’immagine scelti dall’Utente per la sua identificazione sul sito) che diffonde nell’ambito dei Servizi (in appresso i “Contenuti”).


Egli garantisce a Make.org di essere titolare di tutti i diritti e le autorizzazioni necessari alla diffusione di tali Contenuti.


Si impegna affinché detti Contenuti siano leciti, non attentino all’ordine pubblico, alla morale o ai diritti di terzi, non infrangano nessuna norma giuridica e, più in generale, non coinvolgano in alcun modo la responsabilità civile o penale di Make.org.


L’Utente non può quindi diffondere Contenuti quali i seguenti, senza che questa lista sia esaustiva:


Contenuti pornografici, osceni, indecenti, scioccanti o inadatti a un pubblico familiare, diffamatori, offensivi, violenti, razzisti, xenofobi o revisionisti;

Contenuti contraffatti;

Contenuti che danneggiano l’immagine di terzi;

Contenuti falsi, ingannevoli o che propongono o promuovono attività illecite, fraudolente o ingannevoli;

Contenuti che possono nuocere ai sistemi informatici di terzi (quali virus, worm, trojan, ecc.)

e più in generale tutti i Contenuti che possono attentare ai diritti di terzi o causare pregiudizio a terzi in qualsivoglia maniera e forma.

9.2 Limiti nell’utilizzo dei Servizi

L’Utente riconosce che i Servizi gli offrono una soluzione supplementare ma non alternativa rispetto agli altri mezzi che già utilizza per il raggiungimento dello stesso obiettivo e che tale soluzione non ha il fine di sostituirsi a detti mezzi.


L’Utente deve adottare le misure necessarie per proteggere con i propri mezzi le informazioni presenti nel suo Spazio personale che ritiene necessario tutelare.


L’Utente è informato e accetta che l’utilizzo dei Servizi richieda una connessione a Internet e che la qualità dei Servizi dipenda direttamente da tale connessione, di cui è il solo responsabile.

9.3 Reclami e indennizzi

L’Utente manleva Make.org da denunce, reclami, azioni e rivendicazioni di qualsiasi natura dirette a Make.org a causa della violazione, da parte dell’Utente, di uno qualunque dei suoi obblighi o delle sue garanzie ai sensi delle presenti Condizioni generali.


Egli accetta di risarcire Make.org per qualsiasi eventuale danno e a rimborsare tutte le spese, gli oneri e/o le sanzioni che questa potrebbe subire come conseguenza delle azioni dell’Utente.

10.0 COMPORTAMENTI VIETATI

È severamente vietato avvalersi dei Servizi ai fini seguenti:


esercitare attività illegali, fraudolente o che attentino ai diritti o alla sicurezza di terzi;

attentare all’ordine pubblico o violare la normativa in vigore;

infiltrarsi nel sistema informatico di terzi o esercitare qualsiasi attività che possa nuocere, controllare, interferire o intercettare totalmente o in parte il sistema informatico di terzi, violarne l’integrità o la sicurezza;

inviare e-mail non richieste e/o di prospezione o sollecitazione commerciale;

effettuare manipolazioni volte a migliorare la referenziazione di un sito di terzi;

contribuire a o incentivare, in qualsiasi forma o modo, uno o più atti e attività sopra descritti;

e più in generale qualsiasi pratica che possa deviare i Servizi verso altri fini rispetto a quelli per cui sono stati creati.

Agli Utenti è severamente vietato copiare e/o appropriarsi indebitamente del concetto, delle tecnologie o di qualsiasi altro elemento del sito Make.org per conto proprio o di terzi.


È inoltre severamente vietato: (i) qualsiasi comportamento che possa interrompere, sospendere, rallentare o inficiare la continuità dei Servizi; (ii) qualsiasi intrusione o tentativo di intrusione nel sistema informatico di Make.org; (iii) qualsiasi uso improprio delle risorse di sistema del Sito; (iv) qualsiasi azione che possa imporre un carico sproporzionato sull’infrastruttura di quest’ultimo; (v) qualsiasi violazione delle misure di sicurezza e autenticazione, (vi) qualsiasi atto che possa violare i diritti e gli interessi finanziari, commerciali o morali di Make.org o degli Utenti del Sito e, infine, più in generale (vii) qualsiasi inosservanza delle presenti Condizioni generali.


È severamente vietato monetizzare, vendere o concedere la totalità o parte dell’acceso ai Servizi o al Sito, nonché alle informazioni che vi sono ospitate e/o condivise.



11.0 LIMITAZIONI DI GARANZIA DI MAKE.ORG

11.1 Qualità del Servizio

Make.org non può garantire che il Servizio non subisca interruzioni. Make.org si impegna a fornire il Servizio con la diligenza dovuta e secondo la regola dell’arte. Gli Utenti sono consapevoli e accettano espressamente il fatto che si tratti unicamente di un obbligazione di mezzi.


Make.org si impegna a effettuare controlli regolari per verificare il funzionamento e l’accessibilità al Sito. A tal fine, Make.org si riserva il diritto di interrompere temporaneamente l’accesso al Sito per motivi di manutenzione. Inoltre, Make.org non può essere ritenuta responsabile per eventuali difficoltà o impossibilità di accesso al Sito determinate da circostanze esterne, cause di forza maggiore o legate a interruzioni delle reti di telecomunicazione.


Make.org non garantisce agli Utenti (i) che i Servizi, soggetti a costanti ricerche per migliorarne le prestazioni e il progresso, siano completamente esenti da errori, vizi o difetti e (ii) che i Servizi, essendo di carattere standard e non pensati per soddisfare le esigenze di un determinato Utente, rispondano specificamente alle necessità e alle aspettative dei singoli Utenti.

11.2 Contenuti

Sebbene i Servizi siano soggetti a moderazione, Make.org non può essere ritenuta responsabile dei Contenuti di terzi. Pertanto, ogni eventuale reclamo dovrà essere rivolto in primo luogo all’autore dei Contenuti in questione.


I Contenuti pregiudizievoli per i terzi possono essere oggetto di notifica a Make.org secondo le modalità previste dall’articolo 6 I 5 della legge francese n° 2004-575 del 21 giugno 2004 intesa a promuovere la fiducia nell’economia digitale. Make.org si riserva il diritto di adottare le misure descritte nell’articolo 12.


11.3 Perdita di informazioni

Il Servizio è fornito gratuitamente. Pertanto, Make.org declina ogni responsabilità in caso di un’eventuale perdita delle informazioni accessibili nello Spazio personale dell’Utente. Questi è responsabile del salvataggio di una loro copia e non avrà diritto ad alcun risarcimento a tale titolo.

11.4 Danni

In ogni caso, l’eventuale responsabilità di Make.org ai sensi delle presenti Condizioni generali è espressamente limitata ai danni diretti e comprovati subiti dall’Utente.


12.0 PROPRIETÀ INTELLETTUALE


12.1 Proprietà di Make.org

Make.org non rivendica nessun diritto di proprietà sui Dati e i Contenuti forniti dagli Utenti.


I sistemi, i software, le strutture, le infrastrutture, i database e i contenuti di qualsiasi natura (testi, immagini, materiale grafico, musiche, loghi, marchi, database, ecc.) gestiti da Make.org all’interno del sito sono protetti da qualsivoglia diritto di proprietà intellettuale in vigore, o da qualsiasi diritto di cui siano titolari i produttori dei database.


L’Utente sarà ritenuto responsabile di qualsiasi sua riproduzione, rappresentazione, pubblicazione, trasmissione o, più in generale, qualsiasi uso non autorizzato di tutto o parte del Servizio e delle informazioni ivi contenute, senza l’espressa autorizzazione di Make.org.


Qualsiasi disassemblaggio, decompilazione, decodifica, estrazione, riutilizzo, copia e, più in generale, qualsiasi atto di riproduzione, rappresentazione, distribuzione e utilizzo totale o parziale di uno qualunque di questi elementi senza l’autorizzazione di Make.org è severamente vietato e può essere perseguito penalmente.


12.2 Proprietà delle Proposte cittadine

Le Proposte cittadine sono di proprietà dei loro autori, i quali concedono a Make.org una licenza di utilizzo non esclusiva, trasferibile e gratuita, per la Francia e per il mondo intero, per qualsiasi utilizzo online e per qualsiasi modalità di diffusione, per la durata di validità delle presenti CGU e per tutti gli usi in esse previsti.

13.0 LINK E SITI TERZI

Make.org non è in nessun caso responsabile della disponibilità tecnica di siti Web o applicazioni mobili gestite da terze parti (compresi eventuali partner) a cui l’Utente acceda tramite il sito.


Make.org non si assume alcuna responsabilità per i contenuti, le pubblicità, i prodotti e/o i servizi disponibili su tali siti e applicazioni mobili di terzi, i quali sono disciplinati dalle relative condizioni d’uso.


Make.org, inoltre, non è responsabile per le transazioni tra l’Utente e un qualsiasi inserzionista, professionista o commerciante (inclusi eventuali partner) a cui l’Utente stesso potrebbe essere indirizzato attraverso il Sito, e in nessun modo prenderà parte in eventuali controversie con terzi inerenti, in particolare, alla consegna di prodotti e/o servizi, alle garanzie, alle dichiarazioni e ad altri obblighi a cui tali soggetti terzi sono tenuti.



14.0 SANZIONI E RISOLUZIONE

In caso di inadempienza a una qualsiasi delle disposizioni delle presenti Condizioni generali o, più in generale, di violazione delle leggi e dei regolamenti in vigore da parte di un Utente, Make.org si riserva il diritto di adottare tutte le misure necessarie, tra cui:


sospendere o revocare l’accesso ai Servizi dell’Utente autore dell’inadempienza o della violazione o avente preso parte alla stessa;

rimuovere qualsiasi contenuto pubblicato sul Sito;

pubblicare sul Sito qualsiasi messaggio informativo che Make.org riterrà utile;

avvertire le autorità competenti;

avviare un’azione legale.

In generale, in caso l’Utente non adempia agli obblighi previsti dalle presenti CGU e/o in caso di violazione di qualsiasi legge o regolamento applicabile, Make.org potrà risolvere le presenti Condizioni generali di utilizzo di diritto, senza preavviso né formalità.


La risoluzione delle presenti Condizioni generali di utilizzo comporterà la cessazione dell’accesso ai Servizi per l’Utente interessato, nonché la cancellazione dei suoi dati e contenuti. L’Utente sarà informato della risoluzione via e-mail all’indirizzo che ha fornito al momento dell’iscrizione. La risoluzione avverrà senza pregiudizio per il risarcimento che Make.org si riserva il diritto di esigere in riparazione ai danni eventualmente subiti a causa delle inadempienze dell’Utente. Successivamente, Make.org si riserva il diritto di rifiutare all’Utente la creazione di un nuovo account sul Servizio.


In ragione della gratuità dei Servizi, Make.org può rimuovere in qualsiasi momento e senza preavviso, per qualsiasi motivo, temporaneamente o definitivamente, la pubblicazione di una Proposta cittadina.


Inoltre, e sempre in ragione della gratuità dei Servizi, Make.org può in qualsiasi momento e senza preavviso, per qualsiasi motivo, temporaneamente o definitivamente, procedere alla modifica o alla soppressione parziale o totale dei Servizi.


La risoluzione, l’interruzione, la modifica o la soppressione dei Servizi non fanno nascere in capo all’Utente alcun diritto di indennizzo.

15.0 DURATA DEI SERVIZI, CANCELLAZIONE DELL’ISCRIZIONE

I Servizi sono sottoscritti per una durata indeterminata.


L’Utente iscritto può cancellare l’iscrizione ai Servizi in qualsiasi momento inviando una richiesta via e-mail a Make.org all’indirizzo contact@make.org


La cancellazione ha effetto immediato. Essa comporta la soppressione automatica dell’Account dell’Utente iscritto nonché delle sue Proposte.

16.0 MODIFICHE

Make.org si riserva il diritto di modificare in qualsiasi momento le presenti Condizioni generali.


L’Utente sarà informato di tali modifiche con qualsiasi mezzo utile.


L’Utente che non accetti la nuova versione delle Condizioni generali è tenuto a cancellare la propria iscrizione ai Servizi secondo le modalità previste dalle stesse.


Si presume che ogni Utente che utilizzi i Servizi dopo l’entrata in vigore delle CGU modificate abbia accettato tali modifiche.

17.0 INTEGRITÀ

Se una o più disposizioni del presente documento fossero ritenute nulle secondo la normativa applicabile, o dichiarate tali per effetto della decisione definitiva di un tribunale competente, esse saranno considerate come non scritte. Le altre disposizioni delle presenti CGU resteranno in vigore mantenendo tutta la loro validità e portata, e le Parti si impegnano, se necessario e nei limiti del possibile, a venirsi incontro al fine di sostituire la clausola nulla con una clausola valida il cui intento si discosti il meno possibile dalla clausola sostituita.

18.0 NON RINUNCIA

Il fatto che una delle Parti non si avvalga in un dato momento di una delle presenti disposizioni non può essere interpretato o considerato come una rinuncia ai suoi diritti come definiti nelle presenti CGU, e ciò non pregiudica in alcun modo la loro validità, totale o parziale, né di conseguenza i diritti della Parte interessata ad agire.


Non sarà presunto che le Parti abbiano rinunciato a un qualsivoglia diritto di cui sono titolari ai sensi del presente contratto salvo rinuncia scritta e sottoscritta.

19.0 FORZA MAGGIORE

Deve essere considerato causa di forza maggiore qualsiasi evento imprevedibile, inevitabile ed esterno alle Parti tra cui (ma non limitatamente a): atti di guerra o di terrorismo, atti criminali, sommosse, disastri naturali o industriali, esplosioni, requisizioni (e altre disposizioni di ordine normativo che limitino l’esercizio dell’attività di Make.org), interruzioni delle reti di telecomunicazione elettronica indipendenti dalla volontà di Make.org, ecc. In caso di forza maggiore, Make.org si riserva il diritto di sospendere il Servizio. Gli effetti del contratto saranno quindi sospesi e potranno riprendere dopo l’estinzione dell’evento di forza maggiore e per il resto della durata del contratto. Essi potranno anche rimanere inattivi.

20.0 LINGUA

Qualora fosse presente una traduzione in una o più lingue delle presenti Condizioni generali, farà fede la lingua francese in caso di contraddizione o controversia sul significato di un termine o di una disposizione.

21.0 LEGGE APPLICABILE E GIURISDIZIONE COMPETENTE

Le presenti Condizioni generali sono disciplinate dal diritto francese.


In caso di controversie sulla validità, l’interpretazione e/o l’esecuzione delle presenti Condizioni generali, le Parti concordano sulla giurisdizione esclusiva dei tribunali di Parigi, salvo diversamente previsto da norme processuali imperative.

22.0 ENTRATA IN VIGORE

Le presenti Condizioni generali sono entrate in vigore il 31/10/2017.